#Infertilità, #sterilità, #restare #incinta e il desiderio di #maternità, hanno stretta correlazione con lo #stress e l'intelligenza emotiva.

Molte coppie soffrono quando il desiderio di diventare genitori e ostacolato dall’infertilità. Spesso gli esami di laboratorio non riscontrano alcun problema ma la gravidanza non inizia. La mia esperienza clinica mi ha portato a valutare la relazione tra lo stress e l’infertilià.

Dopo le mie ricerche ho trovato ulteriori conferme da uno studio di colleghi americani descritto dalla rivista scientifica americana di Philadelphia Applied Nursing Research  che ha dimostrato l'efficacia della musica a livello terapeutico nell'agevolare i processi di fecondazione assistita.

Lo studio tratta l'infertilità biologica che è considerata la più grave e che porta conseguenze psicologiche alla coppia non indifferenti. Lo stress aggrava le condizioni e curarlo rappresenta un processo risolutivo in chi soffre di infertilità idiopatica ovvero quell’infertilità di cui non si conosce causa a seguito degli esami ad oggi consentiti dalla medicina convenzionale.

Quando in una coppia il desiderio di un figlio non è esaudito, l'angoscia e la frustrazione genera un livello di stress notevole. Questo stato di ansia induce l’organismo a rilasciare il cortisolo, l'ormone che interferisce negativamente con le altre sostanze biologiche responsabili della riproduzione. Così si innesca un meccanismo circolare che induce uno stato di sterilità. Quando l'infertilità è prettamente femminile è come se la donna che non resta incinta avesse una difficoltà a diventare "madre di se stessa". Talvolta questo aspetto si manifesta sia nella sfera della condotta alimentare (mangia di più o non mangia) sia in quella sociale (ritiro dalla vita in comunità). Tale blocco interviene a livello psico-neuro-endocrino-immunologico sulla funzione riproduttiva. E' come se il corpo rimanesse irrigidito da questi aspetti sommersi nella psiche della donna, senza aprirsi, fluire e trasformarsi sino a riprodursi e rinascere insieme a una nuova vita come estensione della propria. Il senso del tempo che la donna trattiene dentro, rallenta anche le funzioni biologiche e queste, nella maggior parte dei casi, inibiscono la gravidanza.

La relazione tra fertilità, psicoterapia e rilassamento con miglioramento della respirazione, sono tra i fondamenti del metodo terapeutico che ho ideato grazie alla Neuropsicofonia.

L’apparato riproduttivo è regolato da un insieme di centri e di ghiandole che formano l’asse ipotalamo-ipofisario. Gli impulsi nervosi generano dei processi a carattere psico-neuro-endocrino attivando dei messaggeri chimici, chiamati FSH ed LH (ormone follicolo stimolante e luteinizzante) che danno indicazioni alle gonadi per formare il liquido spermatico nel maschio e far maturare i follicoli nella femmina.

Una parte del nostro sistema nervoso è situato nel cervello profondo viscerale (talamo, ipotalamo e ipofisi) che è la sede di raccolta e gestione delle emozioni. Spesso la condizione emotiva disturba il regolare flusso di informazioni alle ghiandole riproduttive, le ovaie nella donna e i testicoli nel maschio. Quest’area cerebrale ha una stretta relazione con le aree del pensiero. Ecco perché il funzionamento è in relazione con la nostra mente e struttura psichica.

                                                                                       Adriano Formoso

Nessun commento

Aggiungi Commento

Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA

I commenti sottoposti sono soggetti a moderazione prima di essere mostrati.