Adriano Formoso, Psicoterapeuta e cantautore

Lo psicoterapeuta

Adriano Formoso nasce a Corigliano Calabro il 9 agosto 1966 da genitori agricoltori provenienti da Cervicati, una comunità con origini Arbereshe della provincia di Cosenza.
Ultimo di sei figli, a settembre del 1972 si trasferisce a Milano dove inizia il percorso scolastico che lo porterà a cambiare per tre volte indirizzo di studi passando da un isitituto chimico ad un istituto d'arte e, a seguire, dalla facoltà di Architettura a quella di Medicina e Psicologia.
La sua vita da studente alternata a quella di musicista è stata itinerante tra Firenze, Roma e Milano, gli Stati Uniti e l'Inghilterra.

Oggi Formoso vive e lavora a Milano svolgendo la professione di psicoterapeuta e psicoanalista di gruppo ad orientamento bioniano in cui il ventaglio delle sue competenze mediche, naturopatiche e psicoterapiche offre sempre più spazio all'approccio integrato nella relazione d'aiuto al paziente.
La sua passione per l'arte e la composizione musicale lo agevola nel 2005 ad intraprendere una ricerca sulla correlazione tra frequenza sonora e risposta neuropsicofisiologica nell'essere umano.

Formoso e i suoi pazienti utilizzano sonorità e linee melodiche con particolari frequenze appositamente studiate per intervenire su varie patologie. Da questa innovazione nel curare attraverso il suono egli ha sviluppato una nuova disciplina denominata Neuropsicofonia, un approfondimento e un arricchimento della musicoterapia.
Nel 2005 Formoso è il primo ad introdurre in Italia l'utilizzo di determinate associazioni di suoni in ostetricia per i neonati e le fasi del perinatale, esperienza che consente la realizzazione del libro Nascere a tempo di rock, un'opera divulgativa e informativa sulla gravidanza e il parto.
Le linee armoniche e i suoni vengono veicolati all'interno del grembo materno facilitando e stimolando nel bambino lo sviluppo dei processi sensoriali e motori.

Dagli studi di Adriano Formoso e suoi collaboratori si apprende quanto il bambino sviluppato formandosi attraverso gli stimoli musicali, evidenzia dopo la nascita una precocità a livello cognitivo ed emotivo, nonché nello sviluppo posturale e nel linguaggio.
Altre sue composizioni vengono impiegate per facilitare il travaglio e il parto delle neo-mamme. Alcuni brani sono stati strutturati per agevolare la produzione di ormoni come l'ossitocina e le endorfine. Queste ultime saranno determinanti per l'analgesia e la desensibilizzazione al dolore.
Da qualche anno Formoso ha attivato un'ulteriore esperienza con il metodo neuropsicofonico presso il CPS di Corsico, in cui svolge la sua attività clinica con pazienti affetti da schizofrenia e grave disagio psichico.

Adriano Formoso alterna l'attività sanitaria a quella artistica tra conferenze ed esibizioni musicali sia da solo che accompagnato da altri musicisti.
I suoi momenti live diventano arricchenti estratti di Gruppo Analitico e di scambio sinergico tra lui e il pubblico, tali da essere stati denominati da alcuni blogger conf-concerti.

Nel 2012 Adriano Formoso riscuote consensi in Argentina dove, a Buenos Aires, sperimenta la canzone come ausilio introduttivo alla terapia di gruppo.
Da questa esperienza condivisa con eredi dello psicoanalista argentino Salomon Resnik Formoso verrà denominato dai colleghi argentini psicocantautore e cantaterapeuta.